Casella di testo: Santuario Diocesano dell’ Eucaristia
 
Monastero del Sacro Cuore - Via Trento 27 - Vigevano  (PV) 
 
Monastero del Sacro Cuore - Via Trento 27 - Vigevano  (PV) 
 
Monastero del Sacro Cuore - Via Trento 27 - Vigevano  (PV)

Casella di testo: Ordine Adoratrici Perpetue del SS. Sacramento

 

 

 

 

 

 

 

 

 Contattaci     

 adorazione Eucaristica

 

Primo Giovedì del mese

 

 2 Agosto 2018

  

 

 

 

 

                                                     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla tua presenza ti adoriamo, Signore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CANTO:  O Maestro Buono

 

GUIDA:       PREGHIERA EUCARISTICA

O Gesù, noi Ti adoriamo contemplando il tuo corpo risorto nello splendore della gloria e totalmente presente anche qui nel Santissimo Sacramento. Ti chiediamo di donare persuasione alle nostre labbra, verità alla nostra voce, prudenza alle nostre esortazioni, pazienza alle nostre attese, perché tutti quelli che incontreremo siano illuminati dalla tua grazia. Noi riconosciamo che senza di Te non c’è domani, non c’è avvenire, non c’è speranza per noi.  In questo mondo smarrito Tu sei l’unica Via. In questo mondo incerto Tu sei la sola Verità.  In questo mondo che affoga nella morte del peccato, Tu sei la vera Vita. In un mondo così, verso dove andare? E da chi? Anche noi come Pietro vogliamo proclamare: “Solo Tu, Signore, hai parole di vita eterna”.  Per questo, Gesù Ti preghiamo: non permettere che ci smarriamo nel cammino della vita!  Rimani vicino a noi, guida della nostra esistenza, luce ai nostri passi.

ADORAZIONE SILENZIOSA

 

CANTO:  Aspirazione  di Madre Maria Maddalena d 24     (O Gesù diletto eccovi per me, nascosto solitario in cotesto silenzioso ciborio)

 GUIDA:  Preghiamo insieme Dal Salmo 65 (66)

Acclamate Dio, voi tutti della terra, cantate la gloria del suo nome, dategli gloria con la lode.Dite a Dio: «Terribili sono le tue opere!».

 

«A te si prostri tutta la terra, a te canti inni, canti al tuo nome».Venite e vedete le opere di Dio, terribile nel suo agire sugli uomini.

 

Egli cambiò il mare in terraferma; passarono a piedi il fiume: per questo in lui esultiamo di gioia. Con la sua forza domina in eterno.

 

Venite, ascoltate, voi tutti che temete Dio, e narrerò quanto per me ha fatto. Sia benedetto Dio, che non ha respinto la mia preghiera, non mi ha negato la sua misericordia

BREVE SILENZIO

GUIDA:

Ci Lasciamoci guidare dalla Parola di Papa  Giovanni Paolo 11

LETTORE:

Dopo la Risurrezione, nel suo corpo glorioso, appar­ve alle donne e ai suoi discepoli. Quindi con­dusse gli Apostoli « fuori verso Betania e, al­zate le mani, li benedisse..., si staccò da loro e fu portato verso il cielo » (Lc 24,50-51). Tuttavia, ascendendo al Padre, Cristo non

 

si è allontanato dagli uomini. Egli resta sem­pre in mezzo ai suoi fratelli e, come ha pro­messo, li accompagna e li guida mediante il suo Spirito.La sua presenza è ora di un altro ordine. In effetti « nell'ultima cena, dopo aver cele­brato la Pasqua con i suoi discepoli, mentre passava da questo mondo a suo Padre, Cristo istituì questo sacramento come me­moria perpetua della sua passione..., il più grande di tutti i miracoli; a coloro che la sua assenza avrebbe riempito di tristezza, la­sciò questo sacramento come incomparabi­le conforto » (Tommaso d'Aquino, Ufficio del Corpus Domini, 57,4).Ogni volta che nella Chiesa celebriamo l'Eucaristia, noi ricordiamo la morte del Salvatore, annunciamo la sua risurrezione, nell'attesa della sua venuta. Nessun sacra­mento è dunque più prezioso e più grande di quello dell'Eucaristia; ricevendo la co­munione veniamo incorporati a Cristo. La nostra vita è trasformata e assunta dal Signore.

LETTORE 

La contemplazione prolunga la comunio­ne e permette di incontrare durevolmen­te Cristo, vero Dio e vero uomo, di lasciarsi guardare da lui e di fare esperienza della sua presenza. Quando lo contempliamo pre­sente nel Santissimo Sacramento dell'alta­re, Cristo si avvicina a noi e diventa intimo con noi più di quanto lo siamo noi stessi; ci rende partecipi della sua vita divina in un'u­nione che trasforma e, mediante lo Spirito, ci apre la porta che conduce al Padre, come egli stesso disse a Filippo: « Chi ha visto me ha visto il Padre » (Gv 14,9). La contemplazione, che è anche una co­munione di desiderio, ci associa intimamen­te a Cristo e associa in modo particolare co­loro che sono impossibilitati a riceverlo.

LETTORE

 Mediante il sacrificio della Croce, Gesù ha dato la vita al mondo e ha fatto di noi i suoi figli adottivi a sua immagine, instaurando

 

rapporti particolarmente intimi, che ci per­mettono di chiamare Dio col nome di Padre. Come ci ricorda la Scrittura, Gesù passa­va intere notti a pregare, in particolare nei momenti in cui aveva scelte importanti da fare. Nella preghiera, mediante un gesto di fiducia filiale, imitando il suo Maestro e Si­gnore, il cristiano apre il proprio cuore e le proprie mani per ricevere il dono di Dio e per ringraziarlo dei suoi favori, offerti gra­tuitamente.

 LETTORE

Impariamo a conoscere più a fondo colui che si è donato totalmente, nei diversi misteri della sua vita divina e umana, per diventare discepoli e per entrare, a nostra volta, in quel grande slancio di dono, per la gloria di Dio e la sal­vezza del mondo. «Seguire Cristo non è un'imitazione esteriore, perché tocca l'uomo nella sua profonda intimità » (Veritatis splendor, n. 21). Noi siamo invitati a seguire il suo insegnamento, per essere poco a po­co configurati a lui, per permettere al­lo Spirito di agire in noi e per realizzare la missione che ci è stata affidata. In particola­re, l'amore di Cristo ci spinge a operare in­cessantemente per l'unità della sua Chiesa, per l'annuncio del Vangelo fino ai confini della terra e per il servizio degli uomini: « noi, pur essendo molti, siamo un corpo solo; tutti infatti partecipiamo dell'unico pane » (1Cor 10,17): è questa la Buona Notizia che fa gioire il cuore dell'uomo e gli mostra che è chiamato a prendere parte alla vita beata con Dio.

ADORAZIONE SILENZIOSA

CANTO. Tu fonte Viva

GUIDA:  Ad ogni invocazione cantiamo. Noi ti lodiamo

O Gesù, Re e centro dei nostri cuori, vieni ad istruirci, vieni ad accompagnarci in questa sera .  Fa che non sia soltanto qualcosa di

 

esterno alla nostra vita ma entri dentro di noi portando una grazia speciale. Fa che comprendiamo il tuo mistero di Amore, fa che diventiamo Eucaristia viva con te, O nostro Re! Desideriamo soltanto seguire te, accogliere te, Pane Santo, Pane Vivo, Pane vero per ogni uomo. Gesù nostro Re, guidaci Tu in questo tempo di grazia!

 Canto: Noi ti lodiamo

 

O Gesù apri il nostro cuore alla luce, apri il nostro cuore alla verità, alla vita, all'amore, perché Tu sei Luce, Tu sei Verità, Tu sei la nostra Vita, Tu sei l'Amore del Padre rivelato a noi!

 

Canto: Noi ti lodiamo

 

Il Tuo Santo Spirito, Gesù scenda su di noi e su tutti i nostri fratelli, nella Chiesa, dai più piccolini ai più grandi, tutti ci avvolga nella luce il Tuo Spirito Santo! Faccia di noi creature belle, luminose, capaci di irradiare la Tua Luce attorno a tutto il mondo, capaci di portare con la forza dello Spirito la Tua Missione fino ai confini della terra.

Canto: Noi ti lodiamo

 

Santissima e Divina Eucaristia, Gesù Amore nostro, il Tuo Sacramento è pienezza di vita, pienezza di Luce, pienezza di Spirito Santo. Dal Tuo Corpo che adoriamo effondi lo Spirito, effondi la Tua luce che penetri Sapienza! O Gesù col Tuo Santo Spirito inondaci, col Tuo Santo Spirito

 

 

guarisci i nostri cuori, col Tuo Santo Spirito purificaci dai peccati e dai vizi, col Tuo Santo Spirito illuminaci!

Canto: Noi ti lodiamo

 

Signore Gesù abbi pietà di noi peccatori, abbi pietà delle nostre miserie, dei nostri peccati, accogli la nostra umile preghiera come hai accolto la preghiera del pubblicano che da lontano si batteva il petto e Ti invocava con sincerità di cuore. O Maria donna orante, aiutaci a rendere più umile, più sincera la nostra preghiera; aiutaci ad eliminare ogni falsità, ogni ipocrisia, per essere veri davanti a Dio il Tuo Figlio!

Canto: Noi ti lodiamo

 

Portiamo, o Gesù, in questa preghiera, tutti i nostri fratelli, tutte le persone che conosciamo, che incontriamo, tutti quelli che abbiamo incontrato questa settimana, quelli che vedremo domani e lungo la prossima settimana; ti ringraziamo, o Gesù perché ce li mandi accanto a noi, ti ringraziamo per ciò che essi ci dicono, per l'attenzione che ci chiedono; vogliamo raccomandare tutti a te, o Gesù con delicatezza, non vorremmo mai giudicare nessuno, ma affidarli tutti a te, intercedere per ciascuno di loro, perché tutti possano crescere nel Tuo Amore! Insegnaci a praticare il perdono vicendevole, insegnaci ad essere misericordiosi come Tu sei con noi. Vieni a trasformarci in Te, vieni a nutrirci di Te, vieni a trasformarci da peccatori, da tue povere creature, in missionari del Tuo Amore.


        

                                                                   

ADORAZIONE SILENZIOSA

CANTO:  Supplica a Maria

SACERDOTE:

 

Attratti dal tuo amore, siamo qui per te,

Ti adoriamo perché sei bellezza. Ti ringraziamo perché sei bontà. Ti amiamo perché sei l’amore. Riversiamo sul tuo cuore di uomo e di Dio la nostra povera vita, deponiamo nelle tue mani trafitte l’estremo bisogno che abbiamo di assoluto, di speranza, di senso. Gesù, uomo dei dolori e avvezzo al patire, conforta i malati, allevia le loro sofferenze, guarisci le loro ferite, e preservaci tutti dalla disperazione. Ti affidiamo i lontani da te per indifferenza, orgoglio, rabbia o pigrizia. Signore, che sei la luce, illuminali e indica loro la strada del ritorno. Non permettere che rimaniamo nella tenebra per sempre. Spezza per tutti il tuo pane e accoglici nel tuo santo amore.

Amen. (don Benito Rugolino)

 

 

BENEDIZIONE  EUCARISTICA

 

CANTO: Finale